Introduzione all'archivio

Vera Benelli (15 settembre 1939), milanese di nascita, si trasferisce a Padova nel 1941 con la madre e il fratello Giorgio a causa dei bombardamenti sulla città. Torna a Milano nel 1947, ma nel 1949 si trasferisce nel Varesotto. Rientra stabilmente a Milano nel 1956. Frequenta il Circolo filologico e in particolare la ricca biblioteca. Si iscrive alla Gioventù musicale per continuare a coltivare il proprio amore per la musica.
Nel 1968 compie la sua "rivoluzione", si sposa e nasce la prima figlia Livia. Si trasferisce a Dresano e, dopo la nascita della seconda figlia Viviana, smette di lavorare per dedicarsi completamente alla famiglia.
Nel 1973 si occupa di riforma della scuola e, a seguito di esperienze come volontaria e corsi di specializzazione di biblioteconomia e bibliografia, viene nominata bibliotecaria presso la Biblioteca comunale di Dresano. Questo diviene per Vera Benelli un luogo di diffusione del pensiero politico delle donne. I dibattiti sul divorzio e sull'aborto, la frequentazione della Libreria delle donne di Milano, la lettura di riviste come "Effe", contribuiscono a maturare in Vera una sempre più profonda consapevolezza nei confronti delle esigenze, dei diritti e dei desideri delle donne.
Nel 1985 Gabriella Finzi, responsabile del Centro Donna della zona 17 Giambellino di Milano, le propone una collaborazione per il rilancio del Centro. Questa attività la porta ad organizzare diverse iniziative, tra cui un ciclo di film presso l'Associazione Lucrezia Marinelli sulla condizione femminile e gli incontri "Un sabato al mese", con donne attive nel movimento femminile, mostre, ecc.
Nel 1992, anche grazie all'amicizia di Mariateresa Lietti e Claudia Galli, incontrate ai campi di Agape, realizza una serie di incontri sulla storia della musica delle donne, con l'Associazione Donne in musica.
Tra il 1992 e il 1993 collabora al lancio dell'Orchestra femminile e ne organizza concerti.
Nel 1993 conclude il proprio rapporto con il Centro donna e inizia a frequentare il gruppo Donne del Giambellino, partecipando anche a corsi di scrittura e arte. A seguito di quest'esperienza Vera scopre il proprio talento artistico come autrice di collages e assemblaggi (quello nei confronti della poesia era già emerso da tempo): partecipa a numerose mostre collettive, con allestimenti vari.
Diventa socia dell'Associazione Galassia di Milano e questo le consente di realizzare nel 1995 un ciclo di incontri sulla storia delle donne, anche con la partecipazione di amiche della Libreria delle donne, di presentare un libro di Laura Pariani, di presentare nel 1996 con Maria Aprile "Sguardo di donne occidentali sul mondo femminile arabo-islamico". Sempre nel 1996 presenta "Nascita e morte della massaia" di Paola Masino.
Dal 2001 inizia ad occuparsi delle proprie mostre personali e della pubblicazione di proprie poesie in antologie poetiche.
Nel 2006 pubblica il libro "Finestra sul mondo", antologia poetica e dei lavori artistici realizzati da Vera sino a quel momento, cui seguirà nel 1998 la pubblicazione di un DVD con i suoi ultimi lavori.

L'archivio è stato donato alla Fondazione Badaracco in ottime condizioni, in uno scatolone contenente fascicoli e carte sciolte. Privo di strumenti di corredo, non presentava precedenti interventi di riordino.
A seguito di un incontro con l'autrice si è stabilito la forma della struttura per il riordino della documentazione, basandosi sulle attività svolte da Vera Benelli nel corso della propria vita, sia come artista che come organizzatrice di eventi culturali rivolti principalmente alle donne.
Per l'inventariazione è stato utilizzato l'applicativo regionale Sesamo 3.2 e il fascicolo come unità descrittiva. Per ogni fascicolo sono stati utilizzati i seguenti descrittori:
- Titolo
- Estremi cronologici dei documenti
- Segnatura definitiva
- Contenuto
- Note
- Tipologia
- Stato di conservazione.

L'inventario è corredato da un Indice generale (nomi di persona, toponimi, istituzioni e cose notevoli).

La serie contiene documentazione inerente all'attività di Vera Benelli, poetessa ed artista.

Vai al dettaglio: Vera Benelli artista

La serie contiene documentazione varie inerente all'attività di Vera Benelli presso il Centro azione Milano donna zona 17.

Vai al dettaglio: Centro donna Milano

La serie contiene documentazione varia inerente alla collaborazione di Vera Benelli con Galassia, l'organizzazione di incontri sul mondo femminile arabo-islamico e sulla storia delle donne.

Vai al dettaglio: Galassia

La serie contiene documentazione varia inerente all'organizzazione di incontri su donne e musica e concerti, tra cui quelli dell'Orchestra femminile europea Clara Wieck.

Vai al dettaglio: La musica delle donne

La serie contiene documentazione varia inerente alla partecipazione di attività organizzate da Agape centro ecumenico.

Vai al dettaglio: Agape Centro ecumenico

La serie contiene documentazione varia, perlopiù atti di convegni, su donna e arte, lavoro femminile e pari opportunità.

Vai al dettaglio: Convegni

La serie contiene documentazione varia inerente alle attività del Gruppo Selene e del Gruppo Wanda su donne e qualità urbana.

Vai al dettaglio: Donne e qualità urbana

La serie contiene documentazione inerente a "Femminile plurale", spettacolo dedicato alla donna (Teatro dei filodrammatici, Milano).

Vai al dettaglio: Teatro al femminile

La serie raccoglie stampa varia.

Vai al dettaglio: Stampa varia

Altri Archivi disponibili

Fondi di Enti

Fondi personali

Raccolte